sabato 31 agosto 2013

Insalata croccante fuori stagione (asparagi e mazzancolle) e una coccola di bellezza low cost!

Il venerdì pomeriggio lo dedico alla spesa settimanale. Non sono tipo di andare al supermercato/alimentari quotidianamente per acquistare 1 o 2 prodotti che mi mancano al momento, preferisco riempirmi il carrello una volta a settimana ed ottimizzare i tempi. In questo modo pianifico a grandi linee anche i vari pasti che mi/ci aspettano. Alcuni prodotti come latte, farina e cereali sono sempre presenti nella lista della spesa, mentre tutti il resto viene ispirato sul momento dalle offerte o dalla mia voglia di sperimentare (e qui stendiamo un velo pietoso..perchè a tirare su il bilancio familiare è spesso questa mia mania da spesa compulsiva..)! Questa volta mi sono lasciata conquistare da un mazzetto di asparagi..li ho guardati e rimirati, poi li ho lasciati sullo scaffale cercando di convincermi che non erano di stagione, che il costo non era quello giusto e via dicendo..il problema è stato quando nel mio carrello c'è finita una bella vaschetta di pesce fresco e l'associazione con gli asparagi è stata quasi naturale e ho dovuto cedere..sapevo che la sera sarei stata da sola a cena e mi sono giustificata al pensiero di dovermi coccolare in qualche modo (vista anche la pensante mattinata di lavoro…)! Ma per completare le coccole da moglie-sola-in-casa-il-venerdì-sera mi ci voleva anche un bel bagno rigenerante..avevo in mente un bello scrub su tutto il corpo con annesso massaggio rilassante..mi sono diretta nel reparto saponeria e con mio dispiacere non sono riuscita a trovare il tanto desiderato prodotto (o meglio ce n'era solo uno ma costava più del caviale..), quindi ho abbandonato l'idea. A casa mi è tornato in mente che quando ero più giovane me lo facevo in casa con una miscela di miele e zucchero di canna..mannaggia non avevo nemmeno il miele..ma niente è perduto e con fare da strega alle presa con le sue pozioni me lo sono autoprodotto e soprattutto a costo 0!!! Avete presente tutti i campioni gratuiti che vi regalano in profumeria/erboristeria?? Io ne ho una scatola piena e finisce sempre che non li uso, invece li ho trovati utilissimi per questo esperimento:
-scegliere tutti i campioni che contengono bagnoschiuma e crema per il corpo (a me ne sono bastati 5-6 x tutto il corpo), versarli in una ciotolina e mescolarli. Aggiungere 3 cucchiaini di zucchero di canna e mescolare accuratamente. Massaggiare questa miscela su tutto il corpo asciutto con movimenti rotatori, poi sciacquare delicatamente con acqua tiepida e fare il bagno come di consueto. Poi mettere la crema idratante. La pelle risulterà morbidissima e liscia con il culetto di un bimbo! 
Questo è modo anche per mantenere più a lungo l'abbronzatura e renderla più luminosa!
Dopo questa SPA low cost mi sono concessa la cena..ho evitato il lume di candela (ma solo perché avevo le candele alla vaniglia e con il pesce non ci stavano bene!!!).  


Ingredienti:

1 mazzetto di asparagi (circa 12)
9-10 mazzancolle fresche
Succo di 1/2 limone
1 cucchiaino di olio di semi di mais*
1 pizzico di sale
Paprika dolce q.b.

*Potete utilizzare anche l'olio d'olio e.v.o. Io ho preferito questo per il suo sapore neutro.

Lavare gli asparagi e pulire dal gambo più coriaceo. Tagliare le punte e mettere da parte. Ridurre il gambo in sottili fette tagliandoli con il pelapatate nel senso della lunghezza.
A parte preparare un'emulsione di olio, succo di limone, sale e paprika. Condirci subito i nastri di verdura.



Cuocere in poca acqua le mazzancolle intere (circa 8 minuti) poi spegnere il fuoco. Gettare nell'acqua ancora calda le punte di asparagi e lasciar riposare per qualche minuti.



Scolare e far raffreddare il pesce (giusto il tempo che raggiunga una temperatura tale da poterlo maneggiare). Recuperare le punte e sbucciare le mazzancolle mantenendo intatta la codina.



Creare sul piatto di portata uno strato di asparagi, adagiarci il pesce e decorare con le punte tenute da parte. Irrorare con il liquido di marinatura e servire.



Gli asparagi mangiati da crudi mantengono tutte le loro proprietà nutrizionali senza disperderle nell'acqua di cottura..


..in più donano un contrasto di consistenza con la polpa morbida del pesce..


..un piacere sensoriale fin dal primo assaggio!

E dopo tutte queste coccole, mi ha telefonato mio padre dicendomi che aveva raccolto 3 cassette di fichi e che me le stava portando per farci la marmellata..in poche parole sono stata fino a mezzanotte a pulire, cuocere, invasettare, vanificando tutto il relax!!!

venerdì 30 agosto 2013

Cremoso "formaggio" di melanzane e mandorle

Sono tesa come una corda di violino..stamani al lavoro ero nell'occhio del ciclone e mi sono sentita un po' come Dorothy del mago di Oz, in balia della vorticosa forza dell'uragano! Il fine mese è sempre così, ma non riesco proprio a farci l'abitudine (chi lavora nel settore amministrativo capirà cosa intendo quando dico "scadenze di fine mese"..)!!! 
Ma oggi voglio e devo essere positiva e niente e nessuno riuscirà a scalfire il mio stato d'animo in pieno "mood weekend"! Finalmente dopo un anno di attesa stamani ho potuto fare la mia lavatrice sfruttando l'energia solare e sono al settimo cielo! Ieri mi hanno attivato i pannelli solare e da oggi la mia casa è ecologica a tutti gli effetti! Il prossimo passo sarà acquistare il forno elettrico (il mio è ancora di quelli starvecchi a gas..) ed ne ho già in mente uno che combina anche l'azione del vapore..una vera figata!
Con tutta questa scarica positiva, vi propongo l'ennesimo esperimento da piccolo chimico..una crema (che si crede un formaggio) completamente vegetale e dalla versatilità inaudita..provare per credere! 


Cosa serve:

50 gr di mandorle intere*
1 melanzana
Succo di 1/2 limone
1 pizzico di sale grosso
1 punta di peperoncino
5 foglie di basilico fresco

*Io ho utilizzato quelle con la pellicina, ma se avete ottenere un colore più omogeneo consiglio quelle spellate.

Mettere le mandorle in un recipiente e coprirle di acqua. Lasciar riposare per circa 4-5 ore.



Nel frattempo lavare la melanzana, eliminare il picciolo e dividere in due per la lunghezza. Metterla, con il lato tagliato rivolto verso l'alto, su una teglia rivestita di stagnola e incidere la polpa con dei tagli abbastanza profondi. Cuocerla a 200°C per circa 1 ora. Lasciarla raffreddare.



Scolare le mandorle e metterle nel bicchiere del frullatore. Ricavare la polpa dalla melanzana con l'aiuto di un cucchiaio ed aggiungere alle mandole insieme al succo di limone, il sale, il peperoncino e il basilico.



Frullare finemente.



Versare il composto in un recipiente dotato di coperchio e livellare la superficie.



Tappare e lasciar riposare in frigo almeno 1 ora.
Trascorso questo tempo sarà pronto per essere gustato!



Si conserva in frigorifero per 3 giorni ed è possibile congelarlo.

Vi lascio qualche idea su come impiegarlo..


Verdure grigliate dal cremoso ripieno



Verdure miste (melanzane, zucchine, peperoni)
"Formaggio" di melanzana e mandorle a volontà

Lavare le verdure e tagliare a fette sottili con una mandolini a lama lunga. Per i peperoni basterà dividerli in due parti ed eliminare i filamenti e semi interni.



Grigliarle.



Stendere le verdure su un tagliere, sovrapponendone 2-3 fette per tipo, spalmare con un cucchiaio di formaggio ed arrotolare.




Servire come piatto unico o insolito antipasto!

Penne al farro con dadini di carote e "formaggio" cremoso 



Dosi x una porzione abbondante:
100 gr di penne rigate di farro
2-3 carote
1 cucchiaio abbondante di "formaggio" di melanzana e mandorle

Lessare la pasta in abbondante acqua salata. Nel frattempo pelare e spuntare le carote, dividerle in quarti e ridurre ogni pezzo in piccoli dadi.



Scolare la pasta e ributtare in pentola. Aggiungere le carote e il formaggio. Mescolare accuratamente fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti.
Servire subito.



Un piatto completo e gustosissimo!

Potrebbero interessarvi anche queste altre proposte:

giovedì 29 agosto 2013

Sformato "felice" di melanzane

Questa settimana mi è letteralmente volata, siamo già a giovedì e il weekend si sta velocemente avvicinando..la mia anima è tranquilla e leggera, sento di aver speso bene il tempo libero che avevo a disposizione, senza obblighi ma solo facendo quello che più mi andava, senza programmi e senza orari..una pacchia quasi al pari di una vacanza! Adesso spero solo che il tempo si mantenga soleggiato e caldo da potermi permettere di trascorrere un altrettanto piacevole fine settimana (non avrei proprio voglia di brutte sorprese come quello appena trascorso..)! 
Oggi vi propongo un piatto "felice" che sorride alla vita (nel vero senso della parola) sia per gli ingredienti utilizzati (tutti rigorosamente di provenienza dell'orto dei miei genitori) che per quelli non utilizzati (nessun derivato animale)!
Un'idea per un simpatico antipasto, un piatto unico o semplicemente per invogliare anche i bambini (e non solo..) a mangiare qualche verdurina in più! 


Dosi x una teglia da 26 cm:

1 melanzana tonda viola*
100 gr di farina integrale
200 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1 pizzico di sale fino
Pepe nero q.b.
Peperoncino macinato q.b.

*Consiglio di utilizzare questa qualità perché più soda e senza semi.

Sbucciare con un pelapatate la melanzana ed eliminare il picciolo. Grattugiarla con la grattugia a fori larga.



Aggiungere la farina, il sale, le spezie e l'olio.



Versare a filo l'acqua e mescolare accuratamente con una forchetta.



Versare la pastella nella teglia rivestita di carta da forno e livellare la superficie.



Cuocere in forno a 200°C per 1 ora.
Sfornare e lasciar raffreddare a temperatura ambiente.



Sformare nel piatto da portata e decorare a piacere.




Io ho lavato una manciata di pomodorini ciliegia, tagliati a metà e disposti a faccina sorridente. Per renderlo più "realistico" ho messo 2 chiodi di garofano negli occhietti..non mette buonumore??


La consistenza è simile a quella di una frittata mentre il sapore ricorda molto quello di uno sformato..un mix perfetto per un piatto sano e gustoso!

Dopo questo post felice non potevo che concludere in bellezza ringraziando alcune amiche di fornelli per avermi pensata e donato questo riconoscimento:
Un grazie sincero 
-alla mia amica Mary con la quale vorrei tanto incontrarmi l'ora del thè per gustarmi i suoi favolosi dolcetti e fare un po' di chiacchiere come delle vere gentildonne inglesi; 
-alla dolcissima Sabrina con cui vorrei tanto trascorrere un pomeriggio al parco insieme al suo tenero "topino" per capire come poter diventare una super mamma proprio come lei; 
-alla dinamica e instancabile Debora con la quale vorrei tanto fare un bel giro in bici tra la natura a parlare di cucina e di esperienze di vita.

Un'ultimo ringraziamento va a Camilla, una mia nuova e piacevole conoscenza, per avermi regalato questa gioia:
..e naturalmente ringrazio anche tutti voi che mi seguite sempre con tanto amore!

I premi li ho già ricevuti in passato quindi non seguirò il regolamento ma ci tenevo a rendere pubblicamente omaggio a queste care amiche blogger!

mercoledì 28 agosto 2013

More sottozero

Mio marito non viene mai a pranzo a casa e dal veloce saluto della mattina, lo rivedo nel tardo pomeriggio. Ci sentiamo giusto 2 minuti nel primo pomeriggio e la nostra conversazione tipo è:
< Ciao amore come va??! Tutto bene al lavoro??! Oggi che combini? > io che lavoro solo la mattina ho sempre i pomeriggi pieni ma ieri avevo deciso di dedicarmi alla casa in particolare alla pulizia dei vetri (visto che il temporale di sabato non è stato molto clemente..) e a quel punto lui mi dice : < ..lascia perdere che domani piove..> a quelle parole mi si accede immediatamente una lampadina..la mattina stessa avevo visto i rovi di more e mi ero ripromessa di andarne a raccogliere un po' anche se quest'anno non erano granché floridi..ma se davvero era prevista la pioggia non avevo alternative che andarci subito prima che fosse troppo tardi! Quindi ho accantonato l'idea delle pulizie e in sella alla mia fedele bici sono andata in missione..la grande furbizia di andarci in infradito non ha premiato e anche il fatto di non essermi spruzzata di antizanzare ma sono comunque riuscita a portarmi a casa un piccolo bottino! 



Troppo poche per la mia marmellata ma tanto dolci da cariare i denti..vi lascio alcune idee su come impiegarle!




Conservazione in freezer:

Lavare accuratamente le more con acqua corrente fredda e pulire da eventuali piccioli. Riempire dei vasetti sterilizzati e ricoprire con un cucchiaio di zucchero di canna.



Mettere il tappo e riporre in freezer.


Quando in inverno avrete un po' di nostalgia della bella stagione, basterà riportare i vasetti a  temperatura ambiente e gustarli su un gelato, una panna cotta, mescolati allo yogurt.. 


..o a farcitura di un goloso guscio di pasta frolla per una colazione davvero super…insomma libero spazio alla fantasia!

Gelato non gelato:




1 banana
2 cucchiai di more fresche

Sbucciare e tagliare la banana a rondelle di circa 5 mm. Riporle in un sacchetto da freezer ed aggiungere le more.



Riporre in freezer per almeno una notte. Poi alla prima voglia di gelato, togliere il sacchetto dal freezer e lasciare a temperatura ambiente 10 minuti. Nel frattempo preparare il frullatore ad immersione. Versare la frutta gelata nel bicchiere del frullatore e sminuzzare fino ad ottenere una crema densa.


Trasferire il "gelato" in una coppetta e gustare senza sensi di colpa!


Cremosissimo e gustoso, si può servire con cialdine (io ho usato le ciliegie candite..) come un vero gelato ed inganna sia la vista che il palato!

Con lo stesso procedimento si posso ottenere tutti i gusti alla frutta che si preferiscono..basterà lasciare la base di banana e sostituire le more con altra frutta a pezzi. Io non lo dolcifico mai ma se lo desiderate potete aggiungere uno sciroppo o del miele.

Con questo post, partecipo al contest:

martedì 27 agosto 2013

Pomodori al gratin e la generosità dell'orto

Mi rendo conto che su alcuni argomenti sono piuttosto monotona ma il piacere di poter gustare i prodotti dell'orto è davvero inestimabile! Io, come ormai avrete capito, con giardinaggio ed affini sono completamente negata ma apprezzo il lavoro svolto dai miei genitori che ogni settimana mi regalano delle vere delizie! La telefonata tipo è < Consu non hai idea di quante verdure abbiamo raccolto domenica! Libera il frigo che ce n'è una cassetta tutta per te! > come si può dire di no?? Il mio frigorifero è più piccolo di quello dei Puffi ma, grazie alla mia infanzia passata a giocare al Tetris, ho un potenziale niente male nel farci entrare di tutto..lasciamo perdere che se qualcosa finisce in fondo al ripiano ricompare come un reperto archeologico..ma anche questa è un'abilità, giusto?!
Quest'anno hanno provato a seminare i "pomodori da chilo" di cui io ignoravo l'esistenza, ma dopo averne visto uno di quasi 700 gr mi sono dovuta ricredere!!! Basta a sfamare una famiglia! 
La ricetta di oggi è per rendere omaggio a questo "terzo fratello" che i miei genitori hanno curato ed allevato con amore..fino a farlo finire nel mio pancino...


Cosa ho utilizzato:

1 pomodorone*
5-6 fiori di zucca e zucchina
2 acciughine sott'olio
1 cucchiaio di capperi sotto sale
Succo di 1/2 limone
1 cucchiaio di pangrattato
Olio e.v.o. q.b.

* Io ho utilizzato il pomodoro della foto ed è sostituibile con 2-3 pomodori cuore di bue o canestrello.



Lavare il pomodoro e tagliarlo a fette di 5 mm di spessore. Adagiare le fette ottenute su una teglia da forno rivestita di stagnola.



Lavare e pulire delicatamente i fiori di zucca e zucchina.



Metterli nel mixer insieme alle acciughe, i capperi grossolanamente sciacquati e il succo di limone.



Frullare finemente e versare la poltiglia in una ciotolina.



Aggiungere il pangrattato e mescolare accuratamente. Ricoprire la superficie di pomodori con l'impasto preparato. 



Irrorare con un filo d'olio e passare sotto il grill caldo del forno per circa 15 minuti.



Sfornare e servire subito ma è buono anche freddo. 



Non ho volutamente aggiunto spezie e sale per non coprire i sapori già sapidi degli ingredienti e lasciare predominante il gusto del pomodoro.


Un piatto unico sano, leggero e gustoso..cosa si può desiderare di più??!!