martedì 14 febbraio 2017

Cappelletti di magro su crema di zucca

Oggi la cucina è chiusa. Quest'anno il San Valentino è stato sabotato (...non che ci sia mai stata così tanta attenzione sull'argomento..se non da parte mia che ho sempre provveduto a coccolare il maritino con una cenetta curata nei minimi dettagli...). 
La mia dolcissima-romanticissima-affettuosissima-metà ha deciso di non saltare l'allenamento settimanale del basket in vista della partita importante che l'aspetta e tornerà tardissimo...quindi niente cenetta a lume di candela o (...cosa che speravo...) una prenotazione a sorpresa nel mio ristorante preferito.
Ed io mi coccolerò in solitaria con una pasta fresca fatta in casa con amorevole cura da me stessa...ascoltando buona musica e magari aprendo una buona bottiglia di vino, chi si vuole aggiungere?


Ingredienti x4 porzioni:

pasta
300 g di farina di tipo 1 macinata a pietra
3 uova bio
1 pizzico di sale integrale
1/2 cucchiaino di olio e.v.o.
Semola q.b. per lo spolvero
ripieno
400 g di spinaci cotti e ben strizzati
200 g di ricotta vaccina ben sgocciolata
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
1 pizzico di sale integrale
Noce moscata q.b.
Pepe verde macinato q.b.

Setacciare la farina e mescolarla al sale. Formare una fontana e romperci dentro le uova, unire l'olio ed iniziare ad impastare con una forchetta incorporando a poco a poco la farina circostante. Proseguire impastando a mano e lavorando a lungo la pasta per stimolare la maglia glutinica. Formare una palla e avvolgerla in pellicola trasparente, quindi far riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.
Nel frattempo preparare il ripieno. In una capiente ciotola mescolare gli spinaci con la ricotta, unire il Parmigiano, il sale e spolverare con noce moscata e pepe verde a piacere. Assaggiare e aggiungere eventualmente altro Parmigiano a gusto personale. Coprire la ciotola e tenere in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.
Stendere poca pasta per volta, avendo l'accortezza di tenere coperta quella inutilizzata, a mano o con la macchinetta in uno spessore molto sottile (tacca 7). Aiutarsi con della semola per il piano di lavoro.
Tagliare la pasta in quadrati con la rondella da pizza di circa 5cm per lato. Adagiare al centro 1 cucchiaino di impasto ed inumidire i bordi con un pennellino imbevuto di acqua. Chiudere formando un triangolo e poi arrotolare al dito indice facendo combaciare due punte e sigillando bene con la pressione dei polpastrelli. Proseguire in questo modo fino ad esaurire gli ingredienti.


Adagiare i cappelletti pronti su uno o più vassoi ben spolverati di semola.


Trasferire i vassoi in frigorifero e, dopo 4 ore, staccare delicatamente i cappelletti congelati e chiuderli in sacchetti. In questo modo si conservano fino a 3 mesi. Basterà tuffarli ancora congelati in acqua in ebollizione e cuocerli per circa 8 minuti.

Per servire
(dosi da intendersi a porzione)
1 fetta di zucca a pasta soda
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
1 filo olio e.v.o.
Pepe verde macinato q.b.

Pulire la zucca dai filamenti, semi e buccia. Ridurre la polpa in dadini e cuocere in pochissima acqua per circa 15 minuti. Unire il concentrato di pomodoro e frullare finemente con il frullatore ad immersione. Versare la crema calda nei piatti e adagiarci sopra i cappelletti cotti. Completare con una grattata di pepe verde ed un filo di olio e.v.o. a crudo. Servire subito.


Se preferite potete servirli anche con un semplice sugo di pomodoro e basilico. La punta di acidità è necessaria per accentuare il dolce dell'interno. Sconsigliato il classico burro e salvia che rendere piatta la degustazione.


42 commenti:

  1. Ti sono venuti troppo bene.
    Pure io ho fatto la crema di zucca come condimento ma per dei gnocchi ala barbabietola.
    Complimenti!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gnam gnam, devono essere ottimi anche i tuoi gnocchi :-P
      Grazie della visita e a presto <3

      Elimina
  2. Si.. però... ecche@@ ... ! sti uomini hanno le rane in testa e le pulci nelle mutande; non capiscono proprio una cippalippa delle donne.. capissero che ci vuole davvero poco per accontentarci .. ma io non so.. spero almeno che ti regali una vagonata di fiori, li in toscana il tempo è mite, probabilmente si trovano già quelli di campo. Io se vuoi vengo a farti compagnia (poi come resistere a quei tortellini perfetti fatti con tanto amore!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, in qualche modo ci siamo tenute compagnia a vicenda anche la sera di San Valentino :-P

      Elimina
  3. Fai benissimo. L'amore per se stessi è il più importante, se non ci si ama non si riesce neanche ad amare veramente gli altri. E poi c'è Amelia!!!
    Se non fossi così lontana mi unirei molto volentieri perchè questi cappelletti sono davvero invitanti. Mi raccomando, neanche uno al maritino ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...io e Amelia siamo state abbracciate tutta la sera 😍 anche questo è festeggiare l'amore ❤️

      Elimina
  4. Ma che bel piatto....incantevole quella zucca che crea contrasto anche nel colore :)
    Allungo la forchetta....
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani, ti farei volentieri far fare l'assaggio :-P

      Elimina
  5. Noi non abbiamo mai festeggiato S. Valentino, però un bel piatto di questi cappelletti ci starebbe anche senza festa! Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  6. Bella ricetta, le foto poi sono molto eloquenti! Peccato che l'altra metà non potrà gustarli, però se c'è in vista una partita importante lo perdonerai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...come potrei non perdonarlo?? Ad ogni modo c'ha rimesso lui :-P

      Elimina
  7. Ma sai che a volte è bello anche una serata solitaria? E' vero magari non a San Valentino, ma quando ti fa compagnia una piattino del genere in fondo direi che non è andata così male!!!! Splendido piatto! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...in effetti non mi posso lamentare :-P

      Elimina
  8. poche cose sono invitanti e golose come la pasta fresca fatta in casa... questi cappelletti sono meravigliosi, serviti con quella crema di zucca poi mi invogliano ancora di più, lo trovo un abbinamnento perfetto :) io san valentino l'ho sempre ingnorato, mi sta proprio indifferente... l'importante è trattarsi bene sempre, da sole o in compagnia, e qualcosa mi dice che stasera lo farai quindi goditi la serata e questo piatto meraviglioso :) un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tizi...direi che ho seguito il tuo consiglio :-P

      Elimina
  9. ti sono venuti bellissimi, e sono anche molto buoni, un super piattino per festeggiare, baci zietta

    RispondiElimina
  10. Io ti faccio compagnia tesoro! Sono bellissimi questi ravioli di magri e come ti dicevo ieri, ognuno è anche unico! Buon San Valentino a voi comunque, tanto poi l'amore è tutti i giorni! Un baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, l'amore deve essere celebrato ogni giorno <3

      Elimina
  11. Cara zia.... come ti capisco... idem qui: piscina, lezione sub da fare e mi tocca pure dargli una mano a fare la lezione con i ragazzi... altro che cenetta... al massimo un insalata e piatti da lavare al volo prima di uscire. Ma ci saranno giorni migliori e magari preparo anche io dei ravioli di magro che sono tra i suoi preferiti! Un bacione e buon San Valentino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi consolano le tue parole e spero che proverai questa ricetta...prenderai tutta la famiglia x la gola :-P

      Elimina
  12. Carissima Consuelo noi non festeggiamo san Valentino sia perché per mio marito si tratta di una data triste(in questo giorno e' morta all'improvviso
    sua nonna alla quale era molto legato)e sia perché preferiamo festeggiare tutti i giorni questa ricorrenza,dimostrandoci il nostro amore giorno per giorno:)).
    Ti faccio i miei migliori complimenti per questi cappelletti che trovo veramente perfetti esteticamente e il cui ripieno mi piace tantissimo in quanto rispecchia pienamente quelli che sono i miei gusti personali:))ottima anche la salsa alla zucca con cui li hai conditi,si sposa perfettamente con il tutto,bravissima come sempre Consuelo:)).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  13. non sa cosa si è perso, mangiali tutti tu e non lasciarne per lui nessuno!Bravissima Consuelo, mi hai dato un'idea per la zucca che ho comperato, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara :-) non vedo l'ora di gustare quello che inventerai con la tua zucca :-)

      Elimina
  14. Carissima, non ho mai amato feste come San Valentino, ma diciamo la verità, sono un po' una scusa per preparare qualcosa di stra buono, come questo piatto meraviglioso di pasta fatta in casa ^.^ :-D un abbraccio amica mia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Leti :-) ogni scusa è buona x coccolarsi in cucina ^_*

      Elimina
  15. guarda San Valentino è passato ma se vuoi ti faccio compagnia anche adesso! devono essere stra buoni *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...dai ne ho giusto un sacchettino nel freezer che ti aspetta ^_^

      Elimina
  16. Neppure io ho mai amato questa festa consumistica ma qualcosa di speciale l'ho sempre preparato..questi cappelletti belli e buoni come li hai preparati tu..danno conforto e soddisfazione anche mangiandoli dal soli. Sono certa che al suo rientro il maritino si sarà pentito di aver sabotato una simile cena, forse lo ha sicuro del fatto che di bontà gliene prepari comunque tutto l'anno!? ;-) Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..diciamo che si è fatto perdonare con un bel regalo ^_^
      Grazie Serena x aver gradito la mia proposta e a presto <3

      Elimina
  17. Consolati, nemmeno io festeggio mai san Valentino. Certo che sarei venuta volentieri a farti compagnia e a gustarmi questo piatto di pasta fresca, che adoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ti avrei ospitata molto volentieri :-) Grazie Terry <3

      Elimina