Pagine

martedì 28 febbraio 2017

Ciabatte semintegrali con poolish

Ogni tanto mi trovo a fare i conti con il mio shopping compulsivo..di farine! Vado al mulino per acquistare giusto lo stretto necessario e torno a casa piena di sacchi di carta con kg su kg di farine di ogni cereale (e legume!) reperibile sul pianeta terra! Non so proprio resistere, quando entro in quel luogo magico mi si attivano tutti i ricettori della fantasia e non posso far a meno che ascoltarli! Poi, però, devo trovargli lo spazio e il modo di smaltirle in tempi rapidi perchè qui le temperature si stanno alzando vertiginosamente!!! Stavolta mi sono super-controllata ed ho evitato come la peste di andare al mulino. Occhio non vede, cuore non duole! Ma forse ho esagerato, tanto che ho rischiato di fare la pizza con la farina integrale, unica superstite! Non che a me dispiaccia, sia chiaro, ma già mi immaginavo la faccia del marito (...al quale dopo anni di lotte sono riuscita a far apprezzare il semintegrale...) che l'integrale in purezza proprio non lo manda giù, nemmeno se sottoforma di margherita-capperi-acciughe! Ho tirato un sospiro di sollievo quando ho pesato qual mezzo kg di 1 che giaceva sul fondo del sacchetto ormai svaligiato! Salvata proprio in calcio d'angolo!
In questi giorni dovrebbe arrivarmi il nuovo ordine di farine macinate a pietra da un mulino molto particolare...ma ve ne parlerò prossimamente! Intanto vi mostro quello che ho messo insieme con i rimasugli di vecchie scorribande...


Quando ho visto questa ricetta da Terry, ho capito che avrei dovuto provarla. Mi sono segnata tutto per filo e per segno, poi ho dovuto adattarlo alle mie farine e al mio gusto, ma la mia musa ispiratrice non mi ha tradita, nemmeno questa volta!




Ingredienti x2 ciabatte:

Poolish
200 g di lievito madre attivo*
200 g di acqua a t.a.
100 g di farina di tipo 1**

Autolisi
200 g di farina integrale**
200 g di Tumminia**
200 g di acqua a t.a.

Impasto
Poolish maturo (10 ore al caldo***)
Autolisi riposata 1 ora a t.a.
150 g di farina di tipo 1**
150 g di acqua a t.a.
10 g di sale integrale marino
1 cucchiaino di malto d'orzo in polvere

Olio e.v.o. per la ciotola
Semola rimacinata di grano duro** per il piano di lavoro

*Rinfrescato e al raddoppio.
**Macinata a pietra.
***Temperatura superiore ai 23°C. Ideale il forno spento con la lucetta accesa.

Ho effettuato l'impasto con la planetaria con il gancio ad uncino. Si potrà procedere anche a mano, armati di pazienza in quanto l'impasto risulterà piuttosto liquido ed appiccicoso.

Poolish
In una ciotola sciogliere il lievito nell'acqua aiutandosi con una forchetta. Unire la farina e mescolare bene fino ad ottenere una "crema" omogenea e liscia. Sigillare con pellicola e far maturare al caldo***(io nel forno spento con la luce accesa, ho impiegato circa 8 ore). Si può mettere anche a maturare in frigo per 24 ore.
Autolisi
Versare le farine in un'ampia ciotola e mescolare con l'acqua aiutandosi con una forchetta, quel tanto che basta per far assorbire tutto il liquido. Coprire con un canovaccio umido e far riposare per 1 ora.
Impasto
Versare il poolish maturo, l'autolisi e la farina nella planetaria. Aggiungere il malto e l'acqua, quindi lavorare a media velocità fino ad incordatura. Unire il sale e farlo assorbire portando nuovamente ad incordatura.
Ungere una capiente ciotola con l'olio e rovesciarci l'impasto. Praticare 3 pieghe in ciotola a distanza di 20-30 minuti l'una d'altra. Infine, con le mani unte, ribaltare l'impasto direttamente nella ciotola e ripiegare su se stesso. Sigillare la ciotola con pellicola trasparente e far lievitare per 1 ora a temperatura ambiente. Trasferire in frigorifero per 20 ore.
Preriscaldare la refrattaria, ponendola sul ripiano più basso del forno, in funzione statica a 250°C. Raggiunta la temperatura, estrarre la ciotola dal frigo e rovesciare l'impasto sul piano di lavoro spolverato generosamente di semola. Spolverare anche la superficie della pasta con la semola e dividere in due parti uguali, tagliando di netto con un tarocco. Trasferire delicatamente le pezzature su una teglia rivestita di carta da forno ponendo il taglio rivolto verso l'alto.
Far scivolare la carta da forno con sopra le ciabatte sulla pietra refrattaria e cuocere per 30 minuti. Poi abbassare la temperatura a 200°C e proseguire la cottura per altri 10 minuti con lo sportello a spiffero.
Sfornare e far completamente raffreddare su una gratella.



Una volta fredde, tagliare a fette.


Si conservano intere in dispensa per 1 settimana, avendo cura di tenerle lontane dall'umidità. In alternativa posso essere congelate a fette e consumate entro 3 mesi.
Scaldare sempre prima di servire per sprigionare nuovamente la loro originale fragranza.


Ottime per confezionare dei panini ma anche per assaporare delle confetture homemade e regalarsi una colazione da sogno!


Ci tengo particolarmente a regalare queste ciabatte a Panissimo...il mio ultimo contributo a questo fantastico gruppo...
...già so che mi mancherete tantissimo!!!

56 commenti:

  1. Adesso viene voglia anche a me di provarla questa ricetta. Kiss
    Ti aspetto sul mio blog http://www.littlefairyfashion.com

    RispondiElimina
  2. Ma che spettacolo!!! sai che amo il pane integrale e queste ciabattine mi hanno conquistato. Alveolatura magnifica e quella crosta...mmm deve essere così bella croccantina.

    RispondiElimina
  3. Io ne prendo una fettina per la colazione. Con la marmellata deve essere divina :)
    Anche oggi hai sfornato un pane fragrante e profumato.
    Bravissima
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. che aspetto meraviglioso, fare il pane con farine miste secondo me é un buon modo per avere un bel mix di nutrienti, quindi ben venga lo svuota dispensa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potrei essere più d'accordo con la tua osservazione :-)

      Elimina
  5. Io adoro i pani integrali e questo non durerebbe un giorno qui !!!! Mi piace anche la pizza integrale, ma mi sa che non so proprio farla, perché mi resta sempre un po' gommosa e poco soffice . Un abbraccio tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..io la pizza integrale non la posso fare o mio marito me la snobba..magari invito te e ce la pappiamo insieme, che dici??

      Elimina
  6. Che pane meraviglioso, quando c'è da panificare qui trovo le ricette più belle e più buone! E come ti capisco adoro fare shopping di farine eche poi esagero.... Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah....allora mi sa che è un male comune :-P

      Elimina
  7. anche io semi integrale, integrale è dura, per me i luoghi di perdizione sono quelli dove vengono cioccolato, impazzisco dietro alle creme, le stecche, i formati, quelle aromatizzate, magari impazzire per le farine.....

    RispondiElimina
  8. Ma ... ma ... ma... sono senza parole! Grazie Consu, grazie infinite. Non sapevo di essere la tua musa ispiratrice e guarda cosa mi fai trovare! Ti sono venuti spettacolari, bravissima davvero ♥

    RispondiElimina
  9. Fossi brava quanto te con la panificazione anch'io mi darei allo shopping compulsivo di farine anzichè di scarpe e vestiti ;) Bellissima l'alveolatura di queste ciabattine, terry è una garanzia e tu hai eseguito la ricetta in modo perfetto :) Buon martedì grasso cara, a Viareggio ne vedrete di sicuro delle belle! Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tizi. Ieri x allerta meteo è saltato il corso di carnevale..ma non mi sono scoraggiata e sono andata a svaligiare Ikea :-P

      Elimina
  10. Un pane spettacolare con una meravigliosa di alveolatura!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  11. Non è che sono spettacolari.. di più!!!!!! ammazza.. da provare!!! smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia x il tuo entusiasmo 😅

      Elimina
  12. ehm...mi sembra di riconoscere qualcuno nel tuo incipit iniziale!!! il mio ripiano delle farine in dispensa sta per esplodere e fare il pane è una cosa che inizia a mancarmi. l'ho abbandonato da troppo tempo. quanto vorrei staccare un pezzetto mrobido e fragrante da quelle ciabattine rustiche piene di buchi :) un abbraccio, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede...ma cosa c'è di più bello che affondare le mani in un impasto?? Fallo il prima possibile, è terapeutico :-)

      Elimina
  13. Bellissime le tue ciabatte ...vorrei provarci anch'io...almeno per smaltire un po' di farine.... credi sia epidemia ? 🤗

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...è probabile :-P Epidemia di cose buone e genuine :-P

      Elimina
  14. Sul nostro uomo di casa mi asterrei dal commentare! E invece questo nuovo pane meraviglioso più che mai <3

    RispondiElimina
  15. Come sempre rimango incantata dalla perfezione assoluta delle tue creazioni,hai realizzato come sempre un pane spettacolare dalla consistenza interna lievitata benissimo e perfetta come piace a me,immagino tutto il suo profumo e tutta la sua bontà,bravissima come sempre Consuelo ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti:)).
    Un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, sei sempre troppo gentile <3

      Elimina
  16. Wow! queste ciabatte sembrano spettacolari! Di sicuro avranno un sapore buonissimo! Ma sai che ti seguivo su Facebook ma non ho mai visitato il tuo blog! Quante ricette di panificazioni hai? Sei bravissima!
    Da oggi ti seguirò!

    RispondiElimina
  17. Mi piace leggerti e mi rallegro della tua bravura. il tuo pane è come sempre magnifico. Ci voglio provare. il problema sono i tempi così lunghi che bisogna fare una grossa fatica a farli collimare con il lavoro e gli altri impegni.Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..pensa che io spesso faccio le lievitazioni in frigorifero proprio x il poco tempo :-P almeno ottimizzo i tempi che devo stare in cucina :-P

      Elimina
  18. Quanto i piace il pane integrale, complimenti Consu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, sono felice di condividere questa passione anche con te :-)

      Elimina
  19. Che bel pane che hai preparato e con tutte queste farine immagino anche molto gustoso, bravissima !

    RispondiElimina
  20. Ciao bella Consu!
    Io adoro le tue ricette di pane, sei la mia preferita su questo argomento perché mi fai subito venire voglia di mettere in pratica!
    Mi piace chi come te utilizza farine semintegrali di qualità, così il pane ha il sapore di una volta (amo)
    Così, te lo dovevo proprio dire... Bravissimissima!
    Baci
    F*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede, non sai che piacere mi abbia fatto leggere le tue parole :-)

      Elimina
  21. Bellissimo questo pane! Ma sai che qualche mese fa ho dovuto cambiare il forno e con quello nuovo il pane non mi viene più di questo bel colore ambrato ma viene beige malaticcio. Sono disperata, fortunatamente é sempre buono ma il colore é brutto.
    Un abbraccio da Lore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse devi solo prenderci un po' di confidenza...anch'io quando cambiai il forno fu un vero trauma O_O

      Elimina
  22. Superlative! che alveolatura, devono essere morbidissime!
    Complimenti, bravissima!
    Un abbraccio, a presto ....

    RispondiElimina
  23. Come ti capisco Consu, soffro anch'io la stessa malattia.... ;)
    Bello anche questo pane!

    RispondiElimina
  24. Il connubio di semola e Tumminia è paradisiaco!!! immagino il profumo!! bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma, sapevo che avresti apprezzato ^_^

      Elimina
  25. Davvero splendido Consuelo, non ho ancora provato la Tumminia, appena la trovo la prendo!!!
    Buon fine settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..vedrai che il suo profumo ti ammalierà :-) Grazie Silvietta e felice we anche a te <3

      Elimina
  26. Le ricette più belle sul pane si trovano da te ... Sei la regina !!!!!

    RispondiElimina
  27. Consu Consu Consu!
    mi dispiace sai che Panissimo chiuda, mi dispiace ogni giorno di più, mi sembra che mi manchi qualcosina.
    ci mancherà, a tutti, ci mancherà pensare al post di apertura, a quello di chiusura. mi mancherà andare a vedere tutte le ricette super che arrivano e commentarle, condividerle, mi mancherà. in realtà io spero che mi manchi tanto che così mi spinga a inventarmi qualcos'altro. ma tu promettimi che non ci perdiamo di vista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero davvero che questa mancanza ti sia di stimolo :-) Io vi continuerò a seguire su FB e sui vostri blog..non vi libererete di me tanto facilmente ❤️

      Elimina