martedì 7 marzo 2017

Crema di funghi crudi con orzo integrale e germogli

Se potessi unire ogni lentiggine che ho in viso, potrei disegnare mille costellazioni. Un universo tutto mio, che fin dalla nascita porto con me. Le ho odiate in adolescenza, invidiando quella pelle liscia ed impeccabile delle mie amiche. Le ho coperte con generosi strati di fondotinta e usato le protezioni solari più alte per non stimolarne la "prolificazione" in estate. Poi sono dovuta scendere a compromessi e accettarle. Adesso non ci faccio più caso, il mio viso non sarebbe lo stesso in loro assenza. Crescendo e con l'esposizione al sole, si sono sparse anche un po' su tutto il corpo e, proprio l'altro giorno, due piccoli puntini sul dito indice, hanno catturato la mia attenzione e mi hanno portata a riflettere a quante volte li ho guardati mentre studiavo, per concentrarmi (o per distrarmi...dipende dai punti di vista...) e come continuo a farlo ancora oggi quando "creo".
Sulla scia di queste azioni che spesso nemmeno controllo, è nato il piatto che segue. Qualche giorno fa, ero rimasta ammaliata da questa ricetta e mi ero ripromessa di provarla al più presto. E' bastato un giro al supermercato per mettere insieme gli ingredienti necessari, il resto è stato un susseguirsi si emozioni che lo hanno portato ad essere cucito su di me. 


Ingredienti x1 piatto unico:

200 g di funghi Portobello*
400 ml di acqua naturale
1 carota
1 scalogno
1 cucchiaino di miso bio
100 ml di panna di avena bio

70 g di orzo Mondo**
Germogli di soia q.b.

*Sostituibili con champignons.
**L'orzo a differenza di altri cereali va consumato integrale per poter usufruire dei suoi preziosi nutrienti. L'orzo perlato e quello decorticato viene privato della parte più preziosa del chicco che si trova solo nella varietà interale, chiamata "Mondo". 

Ammollare l'orzo per 12 ore in acqua fredda. Poi scolare e sciacquare bene, quindi cuocere in pentola a pressione con 3 volte il suo volume di acqua fredda per 40 minuti (circa 90 minuti in pentola normale).*** 
Nel frattempo pelare la carota e spuntarla. Quindi ridurla a pezzi grossolani. Privare lo scalogno della buccia e del primo strato, tagliare a metà. Preparare un brodo veloce facendo bollire la carota, lo scalogno e il miso per circa 15 minuti. 
Pulire i funghi con un panno umido e tagliare a pezzi. Versare nel boccale del frullatore e unire il brodo bollente filtrato. Frullare fino ad ottenere una crema densa e liscia. Aggiungere la panna e frullare ancora per amalgamarla al meglio.
Versare la crema in una ciotola e completare con l'orzo lessato e i germogli crudi di soia. Servire subito.


***Per ottimizzare i tempi, io cuocio tutto il pacchetto da 500g. Poi suddivido il cereale cotto in sacchetti e li congelo. Al momento del bisogno basterà sbollentare il prodotto ancora congelato e usare nelle proprie ricette. In questo modo si avranno sempre disponibili cereali diversi per ogni giorno della settimana! In una sana alimentazione variare è fondamentale!


Questo piatto è una vera coccola al cucchiaio, corroborante ma con note di consistenze diverse e stuzzicanti. Il sapore del fungo è predominante ma addolcito dalla panna di avena.


Ho provato la crema anche da sola come cena detox, spolverando semplicemente la superficie con semi di sesamo e germogli. Una vera goduria, appagante e leggera.

56 commenti:

  1. Questo piatto mi incuriosisce molto, certamente sano e credo anche molto buono!

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa crema, il colore è fantastico.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  3. mi piace moltissimo questa zuppa e vedrò di rifarla!
    devo solo procurarmi la pentola a pressione che nella casa nuova ancora manca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..puoi cuocere i cereali anche nella pentola normale ^_*

      Elimina
  4. Fonte inesauribile di bontà e di consigli preziosi, mi lasci sempre senza parole e con le papille gustative in visibilio.
    Questa crema è una meraviglia!
    Baci!!!
    MG

    RispondiElimina
  5. Ciao Consuelo la mia mami ha qualche lentiggine e pure il nasino alla francese...e (nonostante il mio naso non proprio piccolo ci somigliamo) e da piccola volevo anch'io un pochino delle sue lentiggini come hanno anche le mie cugine :D. Tu sei speciale anche per questa caratteristica 😉 Non sapevo di poter congelare l'orzo...ho il miso in dispensa per preparare la classica zuppa giapponese e adoro i funghi quindi...posso usare invece degli champignon, anche i chiodini/pioppini che ne ho in freezer un sacco portati da mio suocero, secondo te? Grazie buona giornata baci luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli champignon e i prataioli, ma anche i porcini, sono perfetti mentre gli altri funghi è meglio non consumarli crudi.
      Mi fa davvero piacere che la mia zuppa ti abbia incuriosita e che tu abbia simpatia x le lentiggini ^_^

      Elimina
  6. Pensa che invece le mie lentiggini mi sono sempre piaciute tanto (in vecchiaia non ne ho più molte!)... questa crema è deliziosa, pure i germogli mi hanno fatto venire l'appetito, li adoro! Un bascione grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty...vuoi dire che crescendo se ne andranno??

      Elimina
  7. non amo molto le creme ma da vedere è molto scenografica,grazie cara,buona giornata

    RispondiElimina
  8. Buona Consu! Tu sai quanto mi piacciano questi piatti!

    RispondiElimina
  9. Devi sapere invece che a me le lentiggini sono sempreverde piaciute e magari ne avessi potuta avere qualcuna in più :-P Eh si, perché io qualche lentiggine ce l'ho! Ereditata dalla nonna paterna dai capelli rossi. Solo che le mie vengono fuori con la prima abbronzatura...ma sono così poche :-( io ne avrei volute avere di più, tanto di più ;-)
    Sono contenta che questa ricetta tu l'abbia apprezzata e modificata secondo i tuoi gusti :-) proverai lo yogurt di anacardi? Aspetto il tuo parere...ci tengo!
    Bacioni, Mimma <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mimma :-) questa zuppa mi è piaciuta da matti e l'ho già replicata più volte ^_^
      Vedrò di organizzarmi anche con lo yogurt ^_^

      Elimina
  10. Bella tu, bello il piatto e belle le tue lentiggine, da ragazzina non sai quanto ho invidiato la mia compagna di scuola Anna, per la sua pelle candida, i capelli rossi e le sue meravigliose lentiggini! Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...e pensare che io le odiavo :-P come è strana la vita :-P
      Grazie Ely <3

      Elimina
  11. Un piatto bellissimo da vedere e sicuramente delizioso!!!
    Bacione grande!

    TruccatiConEva

    RispondiElimina
  12. Carissima Consuelo questa crema che hai realizzato mi piace tantissimo:adoro alla follia i funghi e frullati da crudi secondo me conservano tutte le loro proprietà e anche il loro sapore(per quanto generalmente li consumo sempre da cotti;).
    L'aspetto inoltre e' meravigliosamente invitante e non immagini quanto la vorrei assaggiare,bravissima come sempre!!:)).
    Per quanto riguarda le lentiggini trovo che conferiscano un aspetto ancora più grazioso e simpatico alle donne che le portano;).
    Un bacione e buon inizio settimana:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, sei sempre molto carina <3

      Elimina
  13. Ma dai ... giusto scottati con il brodo bollente. Buona e molto interessante questa crema. Le lentiggini? Ma se sei così carina con tutte queste lentiggini! Fai bene ad averle accettate, fanno parte di te ♥

    RispondiElimina
  14. Interessantissima anche questa ricetta, ormai sei la mia musa ispiratrice.... mi hai anticipatosul mio blog, mi sono appena messa al pc. Grazie Consu! La composta è buonissima!

    RispondiElimina
  15. Anche io ho la mia carta geografica personale, non sul viso , ma sul decoltè e sulle braccia ...regalo della gravidanza! E come te anche io vado di protezione 50....Deliziosa proposta e bellissime foto!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...dai Alice che sono simpatiche ^_^ io ormai non potrei più farne a meno :-)

      Elimina
  16. che ricetta sfiziosa ...brava come sempre! Baci

    RispondiElimina
  17. detox ma con gusto, che bella ricetta!

    RispondiElimina
  18. Mi piacciono le tue lentiggini, senza non saresti tu, così ti ho conosciuta, così ti ricordo, sprizzante di allegria come poche. Ho sempre pensato che le persone con le lentiggini abbiano una marcia in più (guarda Anna dai capelli rossi, lei è stata una pioniera).
    Ora, passando al tuo piatto, resto sempre ammaliata (come sta Amelia?) nel vedere la varierà di ingredienti che usi, ogni volta, nelle tue ricette, un mondo variopinto in cui mi perdo, sempre....e a me piace, perdermi!
    Un bacione grande e una carezza alla tua bimba.
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, sei un tesoro <3 anch'io ricordo il nostro incontro con tanta tenerezza..chissà che in futuro non si ripeta!
      ...magari anche con un incontro tra Cookie e Amelia ^_^

      Elimina
  19. con te scopro un sacco di alimenti nuovi, i funghi portobello non li conosco,ma siccome mi piacciono tanto tutti immagino che anche questi siano squisiti!
    Per le lentiggini... non so se ci hai fatto caso ma anche io ne ho qualcuna sul viso, anche se sono bionda e non rossa, chissà perchè chi ne ha molte le odia eppure io le trovo così vezzose :-) fidati ti stanno benissimo, bacioni

    RispondiElimina
  20. questa è arte!
    http://cronachediunawannabefashion.blogspot.it/

    RispondiElimina
  21. anch'io da piccola mi vergognavo delle lentiggini, specie d'estate perché con il sole diventavano più grandi e pure dei capelli rossi se è per questo !!!!! Fortuna si cresce . La tua zuppetta mi incuriosisce moltissimo e sono proprio ansiosa di provarla. Un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...avremmo potuto essere gemelle :-P

      Elimina
  22. Molto invitante e sana questa crema!!!!

    RispondiElimina
  23. Faccio la vellutata di funghi ma dopo averli cotti. Mi piace la tua idea; sto imparando ad apprezzare sempre di più le "non" cotture!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..vedrai che questa zuppa non ti deluderà :-)

      Elimina
  24. il mio ale è rosso come te e anche lui ha tante lentiggini (sul corpo non sul viso) che io adoro e che con le dita ho unito con le dita in percorsi intrecciati e contorti. Ho quindi un debole per le pelli come la tua, sono già indicative dell'animo complesso e quindi interessante di chi le porta. Tu infatti crei, crei sempre delizie.
    Qst zuppa ne è la dimostrazione.

    RispondiElimina
  25. Che delizia questo piatto, mai provata una crema di funghi crudi devo rimediare assolutamente!!! Peccato i portobello non siano tanto diffusi dalle mie parti, ma alla prima occasione saranno miei e questa crema con loro :D Un abbraccio buon we <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi sostituirli con champignons o prataioli :-) vedrai che questa crema ti conquisterà :-)

      Elimina
  26. vedo che hai preso ispirazione da mimma e marta e hai realizzato a regola d'arte questa ricetta sana e originale... sarei curiosissima di assaggiarla!
    PS: a me le lentiggini spuntano solo d'estate, quando mi abbronzo, e le trovo davvero adorabili! le persone con le lentiggini poi le trovo un sacco graziose, mi fanno simpatia <3
    buon fine settimana cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tizi e buon fine settimana anche a te <3

      Elimina
  27. Le lentiggini...si, le avevo anche io, insieme ai capelli rossi! Un'altra cosa in comune :) Crescendo le mie lentiggini se ne sono andate, ricompaiono d'estate, ma poca roba..i capelli sono diventati prima più scuri e ora stanno imbiancando, ma mi piaccio così! e mi piaci tu con la passione per l'integrale, il bio e queste creme deliziose! Bellissima ricetta tesoro ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra...è sempre un piacere trovare queste piccole affinità con te ❤️

      Elimina
  28. Davvero interessante e originale questa zuppa... poi l'orzo è perfetto in primavera!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daria, mi fa davvero piacere la tua approvazione ^_^

      Elimina