mercoledì 30 gennaio 2013

Che cena del cavolo!

Piattino nato come sempre per caso con quello che avevo a disposizione tra frigo e freezer..mi è piaciuta così tanto che dopo il primo assaggio ho scattato 2 foto ed ho deciso di rendervi partecipi del mio esperimento! 
Sono ingredienti che in questo periodo penso abbiate tutti in casa, quindi provate e fatemi sapere! In 20 minuti sarete già a tavola!



Dosi per una persona (ebbene sì stasera sono single!)

2 filetti di merluzzo scongelati - circa 150 gr (dall'ora di pranzo)
150 gr di cavoletti di bruxelles freschi
1 scalogno
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1 cucchiaio di aceto balsamico
succo di 1/2 limone
1 cucchiaino di peperoncino
2 cucchiaini di pinoli

In una pentola capiente far rosolare lo scalogno affettato sottile con il peperoncino, l'olio e poca acqua. Affettare i cavolini sottili e aggiungere in pentola insieme al succo di limone e l'aceto, dare una bella mescolata e chiudere con il coperchio. Cuocere per 6/7 minuti, ogni tanto mescolare e se necessario aggiungere un filo d'acqua.
Adagiare i filetti di pesce sopra la verdura e far cuocere a fuoco basso per altri 10 minuti, girandoli a metà cottura.
Servire caldi con una spolverata di pinoli.
Buon appetito!





martedì 29 gennaio 2013

Crostatine con frolla all'arancia

Adoro fare colazione! Non riesco ad immaginare di iniziare la giornata senza potermi sedere ancora assonnata e con il pigiama davanti ad un dolcetto e ad una tazza di thè fumante!Per me è il pasto più importante della giornata..posso saltare pranzo e cena ma alla colazione non so proprio rinunciare!
Queste crostatine nascono dalla necessità di preparare qualcosa da sgranocchiare proprio domani mattina, visto che sono finiti sia cereali che fette biscottate..insomma la dispensa vuota aguzza l'ingegno!


Per 6 crostatine servono:
250 gr di farina 00
70 gr di fruttosio
70 gr di burro freddo di frigo
1 uovo
1/2 bustina di lievito vanigliato per dolci
1 arancia dolce
1 banana matura
1 cucchiaino di cannella in polvere
2 monoporzioni di nutella da 30 gr cadauna

Iniziamo??!!
Spremere l'arancia e separare il liquido dalla polpa che si raccoglie dallo spremiagrumi. Poi si setacciano farina e lievito, si aggiunge il fruttosio e il burro a dadini e si inizia a "sabbiare" con le punta della dita. Versare l'uovo leggermente sbattuto e 4 cucchiai di succo di arancia (iniziare con 2 ed eventualmente aggiungerne all'occorrenza, dipende molto da quanto liquido assorbe la farina). Mescolare inizialmente con una forchetta e poi proseguire con la punta delle dita. La frolla deve risultare sabbiosa.
Preparare la farcitura (potete usare anche della marmellata o della crema, tutto ciò che la gola o il frigo vi suggeriscono) frullando la polpa e il succo avanzato dell'arancia con la banana tagliata a rondelle e la cannella.
Mettere circa 3 cucchiaini di briciole di frolla in ogni stampino (i miei sono antiaderenti e non hanno bisogno di essere imburrati, altrimenti fatelo!) e con la punta delle dita schiacciare formando la base.
Versare al centro di ogni crostatina un cucchiaio di mousse di banana (io ne ho fatte 2 con la nutella per far felice la mia metà che non ama la frutta). Sbriciolare tutta la superficie con la frolla avanzata cercando di ricoprire bene la farcitura.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti (possibilmente nella parte centrale del forno per non farle sbruciacchiare sul fondo, il mio è a gas ed ha questo problemino!)
Far raffreddare su una gratella e conservare in scatole di latta o sotto la campana di vetro.
Eccone una appena sfornata!

Pan brioche

Se il buongiorno si vede dal mattino direi che oggi abbiamo iniziato bene la giornata! 
Questa ricetta è molto versatile e relativamente veloce. La utilizzo spesso per realizzare cornetti, fagottini ripieni e girelle alla crema ed è adatta anche per la "torta di rose", sempre gradita e scenografica!



Il mio impasto base:
350 gr di farina manitoba
150 gr di farina 00
100 gr di zucchero
1 bustina di vanillina (o una stecca di vaniglia)
2 uova
80 gr di burro
150 ml di latte tiepido
1 bustina di lievito di birra secco (7 gr)

Procedimento per la 1°lievitazione:
Mescolare le farine setacciate con il lievito, lo zucchero e la vanillina. Fondere il burro nel latte a fuoco basso senza farlo bollire. Disporre il composto secco a fontana e romperci dentro le uova. Mescolare con una forchetta e versare a filo il latte ormai tiepido. Impastare per 20 minuti, formare una palla e metterla a lievitare in una capiente ciotola di vetro coperta con pellicola trasparente in un luogo lontano da sbalzi di temperatura (io lo metto nel forno chiuso con la lucetta accesa) per 3 ore.

Potete realizzare l'impasto anche nella planetaria:
Mettere le farine con lo zucchero nella ciotola di acciaio, poi il burro freddo a dadini e le uova. Iniziare ad impastare a vel.1. Nel frattempo scaldare il latte con la vanillina (o la stecca di vaniglia che andrà poi tolta), appena è tiepido scioglierci il lievito e versare a filo nella planetaria. Aumentare la velocità e impastare per circa 10 minuti (almeno un paio di volte fermarlo e raschiare la ciotola con un leccapentola). Versare l'impasto su un piano infarinato e formare una palla, mettere a lievitare come spiegato sopra

Procedimento per la 2° lievitazione:
Dividere in 2 parti uguali l'impasto e stendere a cerchio (circa 35 cm di diametro) e tagliare a spicchi, come in foto:
Farcire a piacere (io ho usato una ganasce al cioccolato fatta con 200 ml di panna vegetale già zuccherata e 80 gr di cioccolato fondente a richiesta i passaggi!) e arrotolare partendo dalla base formando le classica forma dei cornetti. Ora è possibile congelarli su un vassoio spolverato con poca farina e coperti da pellicola.  
Ora è possibile congelarli su un vassoio spolverato con poca farina e coperti da pellicola.
Se invece ce li vogliamo pappare subito, far lievitare ancora per 3 ore nel forno spento e coperti da pellicola trasparente in modo che non secchino in superficie.

Una volta lievitati e raddoppiati di volume, togliere la teglia dal forno e spennellarli delicatamente con il latte, preriscaldare il forno a 200°C e cuocere per 15 minuti.
Pronti!
La loro misera fine nelle fauci del maritino!

domenica 27 gennaio 2013

Gnocchi di pesce

Avevo delle patate lesse da smaltire e inizialmente volevo fare delle polpette..poi l'ispirazione!
Hanno avuto talmente successo che sicuramente dovrò replicare!



 Per 2 porzioni servono:

2 patate lesse piuttosto grandi
1 scatoletta di sgombro al naturale
1 uovo
farina 00 q.b.
margarina o burro
3/4 foglie di salvia
parmigiano grattugiato q.b.
sale
pepe

Ridurre in purea le patate con lo schiaccia-patate, aggiungere lo sgombro ben sgocciolato dal suo liquido di conservazione e mescolare per bene con una forchetta. Incorporare l'uovo e farina quanto basta ad ottenere un impasto lavorabile (me ne sono bastati 2 cucchiai). 
Su un piano infarinato formare tanti rotoloni e tagliarli a tocchetti. 
Passare ogni pezzetto di composto sui lembi di una forchetta per dargli la forma tipica degli gnocchi.
Cuocere in abbondante acqua e appena vengono a galla scolare e versare direttamente nel condimento. 
Il mio sughetto l'ho preparato semplicemente sciogliendo a fuoco basso un pezzetto di margarina con 3 foglie di salvia, un pizzico di sale e pepe.   
Impiattare e spolverare con una presa di parmigiano grattugiato.

sabato 26 gennaio 2013

Taralli con mousse di orata

Come stupire i vostri ospiti con qualcosa di sfizioso e originale??!! Ecco la soluzione! Premetto che non è una ricetta veloce e dovrete ritagliarvi almeno 2 ore..ma per me è stato divertente e soprattutto gratificante!



Per 2 teglie di taralli (circa 100/130 pezzi)

500 gr di farina 00
90 gr di olio e.v.o.
1 cucchiaino abbondante di sale fino
200 ml di vino bianco 

Come si procede

Mescolare la farina con il sale e a parte l'olio con il vino. Versare a filo i liquidi nel composto solido e impastare fino ad ottenere un impasto simile a quello della pasta fresca (nè troppo morbido tipo pizza, né troppo duro tipo pasta frolla). Formare una palla e mettere al fresco per almeno 30 minuti. Questo passaggio del riposo in frigo è fondamentale per riuscire a lavorare bene l'impasto. 
Nel frattempo mettere un pentolone pieno di acqua a bollire.
Riprendere l'impasto e iniziare a lavorarlo poco per volta formando un serpentello di 1/2 cm di diametro, tagliarlo in sezioni di circa 4 cm e avvolgere ogni pezzetto all'indice della mano premendo per chiudere le estremità. (Vi assicuro che è più facile farlo che scriverlo!!!!)  
Procedere in questo modo fino ad esaurire tutta la pasta, avendo cura di posizionare ogni tarallo su un canovaccio umido e pulito.
Bollire circa 12 pezzi per volta, schiumare appena vengono a galla e far asciugare su un canovaccio per circa 1 minuto.
Posizionare mano a mano che sono pronti sulla teglia rivestita di carta da forno.
Cuocere in forno preriscaldato per 30 minuti a 200 °C.
Servire freddi e se avanzano vanno conservati in barattoli ermetici (vetro o latta).




Per 2 porzioni di mousse servono:

2 orate piccole (150 gr cadauna)
2 rametti di rosmarino
2 agli
1 cucchiaio di maionese
2 cucchiai di patate lesse (schiacciate e fredde)
peperoncino in polvere q.b.
pepe nero macinato q.b.

Sciacquare sotto l'acqua fredda corrente del rubinetto i pesci interi e con le forbici eliminare le pinne laterali, sotto la pancia e la cresta spinosa. Posizionare i pesci su un foglio di carta di alluminio, inserire un aglio e un rametto di rosmarino nella pancia, coprire con un altro foglio di alluminio e chiudere a caramella. Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 30 minuti (appena la carta inizia a gonfiarsi è pronto). Sfornare e far intiepidire.
Pulire le orate e raccogliere la polpa in una ciotola di vetro. Condire con la maionese, un pizzico di peperoncino e una grattata di pepe nero. Infine aggiungere le patate e mescolare bene.
Mettere in frigo per almeno 30 minuti.
Servire a temperatura ambiente. 

Uno scatto insieme:




taralli

venerdì 25 gennaio 2013

Chiacchiere di carnevale al forno

Il carnevale è alle porte e da domenica 3 febbraio inizierà a riempire con colori e musica tutta la città! A Viareggio i preparativi fervono già da un mese e i maestri della cartapesta hanno lavorato per tutto l'anno alla creazione dei loro carri allegorici..è la festa più vissuta e attesa di tutto l'anno!
Quale ricetta migliore se non questa per entrare nello spirito del carnevale??!! Naturalmente si tratta di una mia rivisitazione ma vi assicuro che sono sfiziose e croccanti come le originali!

Per soddisfare 4 persone golose servono:

350 gr di farina 00 + quella per stendere l'impasto
80 gr di zucchero
60 gr di burro freddo di frigo
2 cucchiai di olio di semi
1 bicchierino di Sambuca (o liquore a piacere)
1 bustina di vanillina
2 cucchiaini di lievito per dolci
100 ml di vino bianco secco

Setacciare la farina con il lievito e la vanillina, aggiungere lo zucchero e il burro tagliato a dadini e iniziare ad impastare. A parte miscelare il vino al liquore e all'olio e versare poco per volta nell'impasto. Lavorare brevemente tutti gli ingredienti, formare una palla e avvolgerla con la pellicola trasparente. Mettere in frigo a riposare per 45 minuti.

Preriscaldare il forno a 200°C.

Stendere l'impasto in una sfoglia sottile 1 mm e tagliare a piacere con la rondella dentellata. Posizionare ogni ritaglio sulle teglie rivestite di carta da forno e infornare per circa 15 minuti (devono leggermente dorare).
Sfornare e far raffreddare. Servire spolverate di zucchero a velo.

mercoledì 23 gennaio 2013

Segale & Noci

Questo pane/cracker nasce da un esperimento di panificazione finito non proprio come previsto..ma ho rimediato in un modo che mi ha pienamente soddisfatta!
Si presta come aperitivo ma è ottimo anche gustato a colazione con marmellata o miele.



Per un pane da circa 750 gr occorre:

400 gr di farina di segale (possibilmente bio macinata a pietra, è ottima!) 
100 gr di farina manitoba
7 gr di lievito di birra secco (o un panetto fresco da 25 gr)
300 ml di acqua tiepida
50 gr di gherigli di noce

Realizzazione:
Mescolare le farine, il lievito e le noci sbriciolate grossolanamente con le mani in una capiente ciotola. Iniziare ad impastare aggiungendo poca per volta l'acqua. Se l'impasto risultasse troppo asciutto aggiungerne un po'. Continuare a lavoralo senza aggiungere farina (risulterà piuttosto appiccicoso ma va bene). Dopo circa 15 minuti l'impasto è pronto per essere messo a lievitare. Formare un salsicciotto e metterlo in uno stampo da plumcake rivestito da carta da forno. 
Far lievitare per circa 4h nel forno spento e con la luce accesa.

Trascorso questo tempo il pane avrebbe dovuto raddoppiare di volume ma il mio è lievitato veramente poco..non mi sono scoraggiata e ho lasciato la teglia in forno, ho posizionato una ciotolina di acqua sul ripiano più basso ed ho accesso a 200°C cuocendolo per 1h.
A questo punto ho tolto il pane dal forno e dallo stampo, l'ho tagliato in obliquo in tante fette da circa 5mm di spessore. Ho alzato al massimo la temperatura del forno e ho tostato le fette per circa 15 minuti da entrambi i lati.
Una volta raffreddate si possono congelare in sacchetti da freezer e scaldare al momento di servire.  

Biscotti alle gocce di cioccolato

Sono molto affezionata a questa ricetta, è di una semplicità disarmante e sicuramente niente di particolarmente originale ma è stata la prima volta che io e mio marito abbiamo cucinato insieme! Abbiamo passato un pomeriggio imbrattando la cucina di farina e burro e alla sera profumavamo di cioccolato...è stato divertente e anche molto romantico!


Per circa 70 biscotti abbiamo utilizzato:

500 gr di farina 00
130 gr di burro a temperatura ambiente
2 uova
150 gr di zucchero
100 gr di gocce di cioccolato fondente
1 cucc.no di lievito vanigliato per dolci

L'impasto l'abbiamo realizzato nel kenwood ma si può tranquillamente realizzare a mano procedendo come per una frolla semplice.

Tagliare il burro a dadini e montare con lo zucchero. Sbattere a parte le uova con una forchetta e aggiungere poco per volta nella crema di burro. 
Setacciare la farina con il lievito e aggiungere tutto in una volta all'impasto. Continuare ad impastare  e appena gli ingredienti iniziano ad amalgamarsi versare le gocce di cioccolato e far lavorare ancora per pochi minuti. Versare tutto l'impasto sulla spianatoia e formare una palla, coprirla con pellicola trasparente e far riposare in frigo per 30 minuti.

Nel frattempo cercare di ripulire alla meglio la cucina e "ritagliare" un piano di lavoro adatto a far "giocare" il maritino con mattarello e formine!

Stendere l'impasto in una sfoglia di circa 3 mm e tagliare con le formine da biscotti.
Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per 15/20 minuti.
Raffreddare completamente prima di gustare. 
(Sempre che il profumo di cioccolato vi faccia resistere dall'assaggiarli appena sfornati con conseguente ustione della lingua!) 

Befanini

Questi biscotti sono tipici della provincia di Lucca e sono immancabili nella calza della befana! Ho rivisitato la ricetta secondo i miei gusti cercando di rimanere il più fedele possibile al sapore originale.
Il 6 gennaio ho sfornato queste delizie per i miei parenti.


Per circa 4 teglie servono:

500 gr farina 00
140 gr burro a temperatura ambiente
1 bustina di lievito vanigliato per dolci
120 gr zucchero (60 g a velo 60 g semolato)
1 tazzina da caffè di liquore al mandarino
2 uova grandi

Decorazione:

1 uovo/zuccherini colorati

Procedimento con kenwood

Montare a crema il burro con lo zucchero e incorporare poco alla volta le 2 uova, precedentemente sbattute con una forchetta, e il liquore. 
Setacciare la farina con il lievito e aggiungere tutto in una volta all'impasto precedentemente preparato. Impastare fino al formarsi di una palla omogenea. Far riposare in frigo almeno 30 minuti. Stendere l'impasto in una sfoglia di 4 mm e tagliare con le formine*. Posizionare i biscotti ben distanziati sulle teglie rivestite di carta da forno.
Spennellare quindi la superficie di ogni biscotto con l'uovo sbattuto e decorare con gli zuccherini colorati.


Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 10/15 minuti, fino a che risultano di un bel color nocciola.
Da gustare completamente raffreddati.

*Di solito si utilizzano delle forme piuttosto grandi ma le mie erano piccole infatti in cottura si sono un po' deformate!

domenica 20 gennaio 2013

Chocolate crinkles


Ho provato questa ricetta per smaltire un po' di cioccolato fondente acquistato nel periodo di natale per realizzare la copertura di un dolce e che stranamente mi è avanzato. Li ho portati a casa di amici per un incontro post cena da accompagnare ad un bel caffè ed hanno avuto un successone!
Hanno la consistenza di un amaretto morbido e sono veramente golosi!


Per realizzare 46 biscotti occorre:

60 gr burro
225 gr cioccolato fondente di ottima qualità (il mio era al 70%)
100 gr fruttosio
2 uova
1 bustina di vanillina
225 gr farina 00
sale
1 cucchiaino di lievito per dolci
zucchero a velo e zucchero semolato per la decorazione

Procedimento nel kenwood

Montare le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino a farle diventare belle spumose. Nel frattempo sciogliere a bagnomaria il cioccolato spezzettato con il burro. Setacciare a parte la farina con il lievito e la vanillina. Appena il cioccolato è sciolto versare nel composto di uova e continuare a montare. Quando è ben amalgamato trasferire il cioccolato in una ciotola di vetro capiente e versare tutta in una volta la farina. Con una spatola amalgamarla velocemente dal basso verso l'alto.
Mettere in frigo la ciotola coperta con pellicola trasparente per almeno 4h.
Riprendere il composto e, aiutandosi a porzionare i biscotti con un cucchiaino, formare tante palline della dimensione di una noce e rotolarle prima nello zucchero semolato e poi in quello a velo. Posizionare distanziate su una teglia rivestita di carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 10 minuti.
Appena tolti dal forno risulteranno molto morbidi ma raffreddandosi raggiungeranno la giusta consistenza e saranno pronti per essere gustati.

Cantucci toscani alle mandorle

Ecco un'altra ricetta che ha riscontrato molto successo nella mia cerchia di amicizie. Si tratta di un biscotto tipico toscano da gustare inzuppato in un bicchierino di Vin Santo.


Per 2 teglie ci vogliono:

250 gr farina 00
200 gr zucchero
2 uova
1 bustina di vanillina
50 gr burro
100 gr mandorle intere con la pellicina

Come procedere impastando a mano:

Mescolare la farina setacciata con la vanillina, lo zucchero e le mandorle. Unire il burro a dadini e le uova leggermente sbattute con una forchetta. Impastare velocemente tutto e formare un rettangolo di circa 1 cm ½ di spessore. Avvolgere in pellicola trasparente e porre in freezer per circa 1 ora.
Preriscaldare il forno a 180°C. Togliere il panetto dal freezer ed eliminare la pellicola. Tagliare con un grosso coltello il rettangolo per il lungo in 3 parti. Cuocere in una teglia rivestita di carta da forno per 20-30 minuti nella parte più alta.
A cottura ultimata tagliare ogni striscia ancora calda, leggermente di traverso, in fette spesse 1 cm ½ circa. Disporre i cantucci dal lato tagliato sulla lastra del forno e cuocerli 5 minuti, mantenendo la temperatura invariata. Girare i cantucci sull'altro lato e terminare la cottura per altri 5 minuti.
Far raffreddare completamente prima di servire.

sabato 19 gennaio 2013

Il suo preferito..canestrelli

Inizio questa avventura con una ricetta semplice ma la preferita in assoluto dalle persone a me più care..


Per circa 60 biscotti ci vogliono:

200 gr di farina 00
100 gr di burro
60 gr di zucchero semolato
1 bustina di vanillina
1 uovo intero
1 cucchiaino di lievito per dolci
Zucchero a velo per la decorazione finale

Per l'impasto nel kenwood
Con la frusta K montare il burro con lo zucchero. A parte sbattere l'uovo con una forchetta e incorporare poco per volta alla crema di burro. Setacciare la farina con il lievito e la vanillina, aggiungere quindi tutto in una volta nella ciotola continuando a impastare. 
Far amalgamare bene tutti gli ingredienti senza surriscaldare troppo il composto.
Rovesciare l'impasto su un piano infarinato e stendere con il mattarello in uno spessore di circa 6/7mm. Tagliare con l'apposito stampino e posizionare ogni biscotto ben distanziato su teglie rivestite di carta forno. 
A questo punto bisogna far riposare le teglie in frigo per circa 30 minuti, giusto il tempo di far scaldare il forno a 180°C (il mio è a gas e necessita di un po' di tempo per raggiungere la giusta temperatura). Cuocere una teglia per volta nel ripiano centrale per circa 12-15 minuti. 
Controllare che non scuriscano troppo, la caratteristica di questi biscotti è quella di essere friabili e chiari.
Sfornare e far raffreddare. Il mio consiglio è quello di far scivolare la carta forno con sopra i biscotti su un piano freddo (magari di marmo) in modo che il calore della teglia non continui a cuocerli!
Spolverare generosamente con lo zucchero a velo.

Questo impasto può essere fatto anche a mano procedendo come per una semplice frolla.