lunedì 13 marzo 2017

Pesto di bietoline, timo e mandorle

Il venerdì mattina è giorno di mercato nel mio quartiere e, se c'è il sole, ci porto la nonna a fare un giretto. Non ci sono molti banchi (...e questo è un bene perchè la nonna ha poca autonomia!) 2 di frutta e verdura, 1 di piante e gli altri di vestiti e scarpe. Spesso capita di trovarci anche il furgoncino frigo del pesce fresco, dipende se quel giorno ha pescato o meno. Ogni volta che ci sono passata davanti, la tentazione di acquistare qualcosa di sfizioso per il pranzo in solitaria, mi ha allettato ma sono sempre riuscita a non cedere...tranne la scorsa settimana che ho fatto fare dietro-front alla nonna per prendere 5 mazzancolle FRESCHE al volo. Me le hanno chiuse in due sacchetti e da quel momento è passata circa 1 ora...ho riportato la nonna a casa e l'ho aiutata a sfare la spesa, sono passata a riparare un attrezzo di cucina e, una volta a casa, ho subito steso la lavatrice per approfittare di più sole possibile e sperare in una rapida asciugatura! Poi ho finito un impasto che avevo iniziato il mattino e, finalmente, mi sono dedicata al pranzo.
Il sacchetto l'avevo appoggiato nel lavandino, l'ho aperto e, mentre armeggiavo con la pentola dell'acqua dove cuocere i crostacei, ho visto muoversi qualcosa con la coda dell'occhio. Inizialmente non c'ho fatto caso, pensando ad un inganno della vista, ma quando sono andata per prenderne il contenuto...AIUTOOOOOO!!! Ho iniziato a strillare come una pazza (...e nel frattempo ero anche al telefono con mio marito che si è subito spaventato, pensando chissà che stesse succedendo...) vi lascio immaginare la scena! 
Non sapevo che fare e ogni volta che guardavo nella busta per cercare di risolvere il problema, strillavo sempre più forte!
Alla fine ho trovato il coraggio, ho preso delle pinze lunghe da fritto e, ad occhi chiusi, ho trasferito le mazzancolle nell'acqua. Ho chiuso con il coperchio ed ho giurato a me stessa di non ripetere mai più quell'esperienza!
La prossima volta che passerò dal mercato suggerirò al pescivendolo di scrivere PESCE VIVO e non "pesce fresco"!!!
Capirete il motivo del mio piatto veg di oggi! Inoltre la rubrica settimanale di Light & Tasty propone come ingrediente la bieta ed è stato facile immaginarla in un semplice e leggerissimo pesto!


Le bietole fanno parte della famiglia delle barbabietole ed hanno notevoli proprietà benefiche. Innanzitutto contengono pochissime calorie (19 Kcal per 100g) e sono ricche di saponine, principi attivi che facilitano l'eliminazione dei grassi e la depurazione dell'organismo. Apportano vitamina C, purchè non subiscano delle lunghe cotture, vitamine del gruppo B, oltre che diversi carotenoidi che svolgono un'importante azione antiossidante. Da non sottovalutare anche il prezioso contenuto di sali minerali quali fosforo, potassio, manganese, rame, ferro e calcio.
Fonte: Marco Bianchi-Io mi voglio bene


Ingredienti x4 porzioni:

1 mazzo di bietoline bio (circa 20-25 foglie)
20 g di mandorle bio intere con la pellicina
1 aglio piccolo privato del germoglio
3 rametti di timo fresco
Succo di 1/2 limone
2 cucchiaini di olio e.v.o.
1 pizzico di sale integrale 


Lavare le bietoline e asciugarle. Eliminare i gambi più coriacei (io c'ho fatto un pinzimonio) e raccogliere le foglie nel mixer. Aggiungere l'aglio, il timo e il succo di limone, quindi frullare fino ad ottenere un trito omogeneo. Aggiungere le mandorle ed il sale, frullare ad intermittenza ed incorporare l'olio.



Trasferire in un barattolo di vetro e far riposare al fresco per 30 minuti.


Nel frattempo cuocere la pasta al dente in abbondante acqua salata. (io ho scelto delle mezze maniche integrali, 70g a porzione).
Scolare e mantecare a fiamma dolce con il pesto e 1 mestolo di acqua di cottura della pasta.
Servire ben calda con un rametto fresco di timo in ogni piatto.


Un pesto molto particolare ed aromatico che conquisterà tutti palati. Per quelli più difficili, aggiungere 1 spolverata di Parmigiano sulla pasta calda, li farete innamorare!


Il pesto si conserva ben chiuso in frigorifero fino a 4 giorni. Può essere anche congelato fino a 3 mesi.

Non perdetevi tutte le altre sfiziose proposte della settimana:
Seppie e bietole di Milena

78 commenti:

  1. Ottimo il pesto Consu, ma ti è capitato di vedere i polpi che scorrazzano per i banchi del pesce? Sono tremendi ben peggio delle mazzancolle ;) Bacioni a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...fortunatamente non ho mai avuto quest'esperienza :-P

      Elimina
  2. sto immaginando la scena ahaahhaah oh mamma deve essere stato tremendo. Ma la variante veg non mi dispiace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah..un'esperienza da non ripetere :-P

      Elimina
  3. Meraviglioso questo pesto!!!
    Ohhh ma io morirei...ho la fobia dei pesci / crostacei per cui sarebbe stata la mia fine.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Mmmm quanto mi piacciono questi pesti alternativi... bravissima Consu!!!

    RispondiElimina
  5. IL PESTO DI BIETOLINE ANCORA MI MANCAVA, SEMBRA BUONISSIMO, GRAZIE PER LA BELLA IDEA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  6. Sono sempre più convinta che sia meglio rivolgere le attenzioni alle erbe piuttosto che a ciò che può scappare ;)
    A parte tutti gli inconvenienti e ai capelli ritti in testa, trovo questo pesto stupendo, da provare assolutamente.
    Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..mi sa che devo seguire il tuo consiglio..

      Elimina
  7. Non ho mai pensato di fari un pesto con le bietoline ma l'idea mi piace molto. Caspita! Beata te che hai pesce vivo ... certo trovarmelo che si muove nel sacchetto, non so come avrei reagito ma sai che bontà? Immagino la scena di te che strilli ahahahhh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..era buono, ma dopo quest'esperienza mi ha lasciato un po' di "amaro" in bocca..

      Elimina
  8. Il pesto è buonissimo e merita di essere provato....per quanto riguarda il pesce "vivo", come ti capisco.....questo è il motivo principale per cui il pesce in genere preferisco trovalo bello e fatto nel piatto!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah...mi sa che la prossima volta opterò anch'io x quest'alternativa :-P

      Elimina
  9. Ahahahah! Immaginati se fosse stata un'aragosta :D Eh eh eh capitano queste cose e in effetti, disorientano! Delizioso questo pesto cara Consu, mi piace molto l'idea delle bietole :) Un abbraccio e buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
  10. (biotoline l'hai scritto apposta? :-) allora.. è stupendo, davvero, un pestato ricco di sapore e salute, io dico la verità: ho preso in antipatia biete e coste grandi perchè mio marito le adorava e ne seminava sempre a TONNELLATE nell'orto così ne ho per forza) mangiate talmente tante che ora non le voglio più vedere, nemmeno sentire l'odore, ma giuro che la ricetta è fantastica! la mazzancolla... ahahah ma daiiii che fortuna avere pesce superfresco-appena pescato! si lo so fa un po' impressione.. Marco mio figlio pesca.. sono andata con lui qualche volta e .. beh poi ci si fa l'abitudine :-)
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bietoline a km0 dalla campagna toscana ^_^ Sono quelle più tenere e piccole ^_*
      ps: ti garantisco che se sapevo che erano vive non le acquistavo..

      Elimina
  11. Mamma mia che piatto fantastico O_O

    RispondiElimina
  12. La tua ricetta cade a fagiolo: nell'orto ho una serie di verdure ancora piccole e l'idea di un pesto che le veda protagoniste mi entusiasma. Chissà se provassi il tuo pesto anche con gli spinacini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonissimo con lo spinacino!! http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2014/04/pasta-integrale-con-pesto-di-spinacino.html Prova questo ^_*

      Elimina
  13. Il pesto di bietoline mi intriga molto! Brava, bacioni e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Milena e felice settimana anche a te <3

      Elimina
  14. Cara Consuelo almeno il pescivendolo vendeva del pesce veramente fresco!Credimi.... quando abitavo in Sardegna ed ero abituata a vedere,fin da piccolissima,nei banconi del mercato vicino casa granchi e anguille(per chi non è abituato sono abbastanza impressionanti!)vivi che strusciavano e camminavano,e vicino casa ambulanti che vendevano arselle vive,appena pescate da loro in mattinata per poi essere subito vendute,dentro enormi bacinelle e con tutti i sifoni aperti!Dove abito attualmente invece il pesce veramente fresco lo devo cercare con il lanternino...difficilissimo trovarlo..questo perché si tratta di una zona più che altro agricola (la pesca come attività importante e' andata completamente a perdersi nel corso del tempo)e infatti le verdure non mancano e sono anche molto buone e di qualità:)).
    Il tuo pesto oltre ad essere originale è sicuramente buonissimo e sfizioso,poi io adoro le bietoline e questo e' il periodo giusto per consumarle:ottime,versatili e sane,spesso le consumo soffocate in padella come contorno:).
    Non immagini quanto vorrei assaggiare il tuo ottimo pesto,un'idea eccellente anche da proporre a chi storce il naso di fronte alle verdure;).
    Grazie mille per la condivisione,buon inizio settimana e un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunatamente nella mia zona è abbastanza facile trovare il pesce fresco (vivo) ma queste mazzancolle mi hanno preso alla sprovvista :-P
      Grazie Rosy, immagino che buoni i pesti con le tue verdurine ^_^

      Elimina
  15. Ahhhhhhhhhhhhhhhhhh avrei gridato con te!!!!!! Aiuto!!!!! Sei stata anche brava e pronta di spirito!! Preferisco questo pesto gustoso e fresco!!! Un bacione e buon lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...col senno di poi, anch'io preferisco questo pesto completamente veg :-P

      Elimina
  16. ahah o dio! fosse sucesso a me avrei fatto la stessa cosa! avrei strillato talmente forte che i vicini mi avrebbero citofonato! ;)
    Molto meglio il tuo pesto! Non provo mai il pesto in modi diversi...ma lo devo proprio fare.. il tuo sembra buonissimo!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, provalo e non te ne pentirai ^_^

      Elimina
  17. Non avevo mai pensato di fare un pesto, con le bietoline. Che bella idea! Proverò presto. Anche il colore è bellissimo :)

    RispondiElimina
  18. E come posso non amare questo delizioso sughetto io genovese doc, anche se con qualche variante..
    Copio e incollo subito
    Bacione serale!

    RispondiElimina
  19. bella idea questo pesto ... e chissà che buono!!!!

    RispondiElimina
  20. Sicuramente buonissimo!!
    Idea che metterò in pratica quanto prima!
    Buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia e buona settimana anche a te <3

      Elimina
  21. ottima idea questo pesto, è molto primaverile !

    RispondiElimina
  22. Hi,hi,hi Consu, che bella scena con le mazzancolle vive, anche io avrei fatto come te. Mi piacciono tantissimo ma non mi piace vederli che si muovono. Comunque l'alternativa del pesto mi piace molto, mi mancava con le bietoline, chi sa che buono !

    RispondiElimina
  23. Non te la prendere ma mi astengo dal commentare la povera fine dei crostacei:-( E invece un elogio a questo meraviglioso piatto di pasta..viene voglia di mangiarne un piatto adesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..capisco..e ti garantisco che è stata una bruttissima esperienza anche x la sottoscritta :-(

      Elimina
  24. Un pesto dal sapore unico... sei una maga in cucina!
    Kisses, Paola.
    Expressyourself

    RispondiElimina
  25. A me piace molto il pesce ma confesso che non mi piace per nulla pulirlo quindi prendo o i filetti o cose già pulite, così sono sicura che sia morto. Beh certo che non puoi dire che non fosse fresco :-)
    Ho provato tantissime verdure in versione pesto ma alle bietoline non avevo ancora pensato. Abbiamo proprio gli stessi gusti....le mezze maniche sono il mio formato di pasta preferito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace tantissimo la nostra affinità :-)

      Elimina
  26. Bellissima ricetta primaverile, da provare. Guarda cara Consu che non è scontato comprare pesce fresco e vivo....poi le mazzancolle sono così buone!! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono buonissime ma averle vive sul piano di lavoro della cucina è allucinante O_O

      Elimina
  27. Adoro le bietole e questo nuovo modo di prepararle mi piace tantissimo! Ti seguo ;)

    RispondiElimina
  28. Ciao Consuelo no vabbè avrei avuto la tua stessa reazione. Già quando prendo il pesce intero...con quell'occhio che mi guarda, mi chiedo perché non prendo i tranci :). Le bietole vanno molto a casa nostra, soprattutto quelle dell'orto del mio papà. Ma quando sono nella città meneghina sono "costretta" a comprarle. Ma non pensavo proprio di farci un pesto a crudo. Ho condito una volta la pasta con quello di erbette e ricotta ma le bietole le avevo sbollentate prima. Grazie per l'alternativa al pesto classico...devo però trovare le erbette più tenere per questa preparazione. Buona giornata, baci luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..fai scorta di quelle dell'orto del papà e vedrai che bei pesti che porterai in tavola ^_*

      Elimina
  29. Ahahah immagino la scena. Però sei molto fortunata ad avere a disposizione il pesce vivo. Non ho mai pensato di usare le bietole crude. Tu con i pesti ci sai proprio fare, hai sempre un sacco di idee !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cri, provalo e non te ne pentirai ^_*

      Elimina
  30. Che bellissima idea questo pesto. Ciao!

    RispondiElimina
  31. Che bella idea il tuo pesto, perfetto per condire un'ottima pasta . Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  32. Ahahahah, anche qui a genova a volte il pesce più che fresco è vivo! ^_^
    Non sapevo che le bietole si potessero mangiare crude, proverò volentieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le adoro anche in insalata con grana e noci :-P provale ^_*

      Elimina
  33. a me è capitato con delle lumache che credevo fossero morte e a un certo punto son volate fuori dalla pentola e io panico, che faccio, come le prendo, dove le metto, mai più fatte, neanche mi piacciono troppo! ottimo il pesto, ne faccio uno simile spesso, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino..anch'io esiterò nel ripetere l'acquisto di quelle mazzancolle U.U

      Elimina
  34. Io non sono vegana ma avrei strillato forse più di te e magari non sarei riuscita a lanciare le mazzancolle in acqua bollente... La ricetta di pesto alternativo è stupenda, ho piantato il timo in giardio e se mio marito non lo ha falciato (!!! :))) magari riesco a replicarla...
    Baci grande chef!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ele ^_^ vedrai che questo pesto conquisterà tutta la famiglia ^_^

      Elimina
  35. fanno impressione davvero i crostacei che si muovono... ti capisco, lo avrei fatto pure io! Ottimo questo pesto! bravissima!

    RispondiElimina
  36. Un esperienza che ti ha suggerito un'ottima ricetta veg, mi piace moltissimo, questa la provo al più presto! Un abbraccio Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena, aspetto il tuo parere post assaggio ^_^

      Elimina
  37. Un idea nuova e originale per me lo proverò
    Ti seguo volentieri se ti va passa da me testoprovo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della visita, passo presto a trovarti :-)

      Elimina
  38. Anche a me una volta è capitato con gli scampi, un'esperienza terribile!!!! Ottimo il tuo pesto, buono e rassicurante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, gli scampi sono anche peggio...non ci voglio pensare!

      Elimina
  39. Mamma mia Consu! Aiutoooo....
    Il piatto con le bretone invece mi piace tanto :)
    Buon pomeriggio, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hihihi...con il veg non si hanno mai brutte esperienze :-P

      Elimina